Apprezzamento in salita del Dollaro su Euro e Yen

Dopo una breve pausa venerdì, il cammino del dollaro torna a salire e tutto questo grazie agli ultimi dati relativi al mercato del lavoro in America, questo aveva favorito il taglio di qualche posizione lunga sulla moneta americana.
Per quanto possano essere positivi, i payroll avevano mostrato un calo dei salari con il valore più alto degli ultimi otto anni, questo ha spinto alcuni operatori a riprendere in considerazione i tempi di intervento restrittivo da parte della Federal Reserve.
Comunque l’effetto è sembrato essere momentaneo e i dati sul cambio euro / dollaro dopo essere saliti sino a quota 1,1880 sono riscesi a quota 1,1805, l’intraday minimo è stato pari a 1,1796.
Nei confronti dello Yen il dollaro è riuscito a toccare nuovamente quota 120 dopo la leggera discesa della mattinata dove si era assestato a 118,21, livello più basso dell’intera settimana.
Graham Davidson, dirigente della National Bank of Australia ha dichiarato quanto segue:

“Potrebbe essere qualche fondo che segue una strategia di acquisto sul dollaro, ma tutto in un contesto di liquidità piuttosto bassa, sono positivo sul dollaro ma per ora un po’ riluttante a rientrare”.

Comunque un rialzo del costo del denaro da parte della FED sembra oramai inevitabile e di conseguenza il dollaro resta sostenuto.

Continue Reading