Negoziare Azioni con il Trading delle opzioni binarie

Negoziare Azioni con il Trading delle opzioni binarie

Trading opzioni binarie: negoziare le azioni

Le Azioni sono un derivato ​​attivo negoziabile sul mercato delle opzioni binarie.
Introduciamo l’argomento dicendovi fin da subito che il trading delle opzioni binarie con le azioni, è leggermente più complesso rispetto a quello che può essere eseguito con le coppie di valuta.

Con le opzioni binarie è possibile negoziare con centinaia di titoli in tutto il Mondo, in particolare con le Borse Europee di:

  • Londra;
  • Germania;
  • Spagna;
  • Svizzera;
  • Eurostoxx (Paesi Bassi, Belgio, e altre nazioni dell’Europa centrale).

Il Trading con le Azioni

Per negoziare con le azioni in opzioni binarie, un operatore dei mercati finanziari deve prendere in considerazione i fattori scatenanti il movimento dei prezzi delle azioni.

Quali sono:

  • Il rendimento delle azioni;
  • Il sentimento del mercato;
  • La politica;
  • Fusioni e Acquisizioni.

Il rendimento delle azioni

Una società in sofferenza non è detto che sia in una situazione da non prendere in considerazione per il vostro trading. Anche se una società è in perdita occorre comprendere se la predita degli anni precedenti è superiore.

Una tale situazione è vista come un fattore positivo per un investitore.

Allo stesso modo se una società chiude l’anno solare con un utile, non è detto che sia un fattore positivo, perché occorre raffrontarlo con gli anni precedenti, un utile inferiore rispetto agli anni precedenti non è un dato positivo per i potenziali investitori. Abbiamo capito che un investitore deve elaborare dati storici aggregati in modo da poter valutare con coerenza la possibilità di investire in opzioni binarie.

Un altro fattore da prendere in considerare è la valutazione dei rendimenti che possono essere non costanti nella produzione industriale, ma trimestrali a causa della stagionalità di alcuni beni.

Il sentimento del mercato

Il sentimento del mercato è un fattore importante nel trading opzioni binarie, in parole povere è quello che gli investitori pensano per un particolare bene, che può essere inverso rispetto alle vostre previsioni o analisi, sconvolgendo letteralmente l’andamento di un prezzo. Il sentimento del mercato può essere sia a livello locale che globale.

La politica

La politica Nazionale di uno Stato può avere un impatto positivo, ma anche negativo sui prezzi delle azioni. Questo in genere si manifesta con incentivi alla produzione, dazi doganali, incentivi alle assunzioni ecc… La politica Nazionale può generare profitti per le società interessate sia alla competizione territoriale che extraterritoriale.

Fusioni e Acquisizioni

Le società compiono operazioni straordinarie chiamate fusioni o acquisizioni per diventare più competitive sul mercato. Un operatore dei mercati finanziari può cogliere un’occasione da queste operazioni perché generano un impatto positivo sulle azioni.

Negoziare azioni con le opzioni binarie

La prima cosa è scegliere una azione, successivamente eseguire una previsione di mercato attraverso l’analisi tecnica e fondamentale, prendendo in considerazione anche il fattore esterno che chiamiamo sentimento del mercato. Il sentimento del mercato può essere guidato da un improvviso annuncio da parte di un comunicato stampa ufficiale che può modificare un movimento in maniera talmente forte da sconvolgere qualsiasi previsione.

L’importante nelle opzioni binarie con le azioni, è determinare quale tipo di azione è più confortevole al vostro trading.

Continue Reading

Apprezzamento in salita del Dollaro su Euro e Yen

Dopo una breve pausa venerdì, il cammino del dollaro torna a salire e tutto questo grazie agli ultimi dati relativi al mercato del lavoro in America, questo aveva favorito il taglio di qualche posizione lunga sulla moneta americana.
Per quanto possano essere positivi, i payroll avevano mostrato un calo dei salari con il valore più alto degli ultimi otto anni, questo ha spinto alcuni operatori a riprendere in considerazione i tempi di intervento restrittivo da parte della Federal Reserve.
Comunque l’effetto è sembrato essere momentaneo e i dati sul cambio euro / dollaro dopo essere saliti sino a quota 1,1880 sono riscesi a quota 1,1805, l’intraday minimo è stato pari a 1,1796.
Nei confronti dello Yen il dollaro è riuscito a toccare nuovamente quota 120 dopo la leggera discesa della mattinata dove si era assestato a 118,21, livello più basso dell’intera settimana.
Graham Davidson, dirigente della National Bank of Australia ha dichiarato quanto segue:

“Potrebbe essere qualche fondo che segue una strategia di acquisto sul dollaro, ma tutto in un contesto di liquidità piuttosto bassa, sono positivo sul dollaro ma per ora un po’ riluttante a rientrare”.

Comunque un rialzo del costo del denaro da parte della FED sembra oramai inevitabile e di conseguenza il dollaro resta sostenuto.

Continue Reading